skip to Main Content
0921933040 radiologiacampofelice@gmail.com Via Umberto I 20, 90010, Campofelice di Roccella Orari Lun-Ven 8.30 -12.30 / 15.00 - 19.00

Per esame radiografico dell’addome si intende una radiografia eseguita mediante l’uso di raggi X e senza alcun mezzo di contrasto. L’esame consente di valutare lo stato di tutte le strutture anatomiche situate nella regione addominale, come l’intestino, i reni, la cistifellea, le vie urinarie. Si tratta di un esame di breve durata e totalmente indolore che, in virtù delle tecnologie di ultima generazione utilizzate, consente di restituire al medico un’immagine diagnostica di altissima qualità. Spesso questo esame viene eseguito in regime d’urgenza, ma altrettanto spesso viene prescritto dal medico o dallo specialista a scopo diagnostico o preventivo.

 

Come si svolge l’esame

Durante l’esame il paziente viene posto in piedi o disteso sul tavolo radiologico. Alle sue spalle lo strumento che emette le radiazioni ionizzanti, davanti a lui invece la lastra sulla quale andrà ad imprimersi l’immagine. L’esame ha una durata di cinque minuti circa, durante i quali si acquisiscono anche più immagini. Oltre ad essere di breve durata, la radiografia dell’addome è anche indolore e non invasiva. Infine, in virtù del bassissimo dosaggio di radiazioni ionizzanti emesse dallo strumento, la radiografia dell’addome è anche un esame ripetibile. Potrà accadere, infatti, che il medico che ha prescritto la radiografia dell’addome chieda al paziente di ripetere l’esame al termine di un eventuale terapia farmacologica o dopo un intervento chirurgico, con l’obiettivo di confermare l’avvenuta guarigione.

 

Panoramica sulle patologie di interesse della radiografia addominale

L’indagine radiografica a livello addominale è preziosa ai fini della diagnostica ma anche nel contesto di manovre di piccola chirurgia o durante l’esecuzione di alcune procedure terapeutiche.

I sintomi che possono indurre il medico o lo specialista a prescrivere una radiografia addominale sono:

  • dolore addominale (coliche o spasmi)

  • vomito;

  • mancanza di appetito;

  • nausea;

  • senso di gonfiore;

  • febbre, brividi.

Per ciò che concerne la diagnostica, la radiografia addominale è utile per individuare diverse patologie, tra cui:

  • calcoli renali o delle vie urinarie (anche se alcune tipologie di calcoli sono individuabili solamente con una TAC);

  • calcoli alla cistifellea;

  • alterazioni della canalizzazione intestinale, occlusioni intestinali, torsione delle anse intestinali, perforazioni intestinali;

  • ingestione di corpi estranei (specie nei pazienti pediatrici, ma non solo);

  • danni causati di origine traumatica agli organi situati nella regione addominale;

  • stati infiammatori.

 

Cura delle patologie

Grazie ad una radiografia dell’addome si può diagnosticare una vasta gamma di patologie, dunque sarà competenza dello specialista

indicare la corretta la terapia, sia essa farmacologica o chirurgica. La cura delle patologie addominali andrà individuata sulla base di diversi fattori, che consentiranno di determinare non solo le caratteristiche del disturbo o della patologia, ma anche la sua origine. Nello specifico, il medico terrà in considerazione:

  • l’anamnesi del paziente;

  • il suo stato di salute e il suo quadro clinico;

  • l’esito di altri esami diagnostici o di analisi cliniche.

 

FAQ

Devo sottopormi ad una radiografia dell’addome. E’ necessaria una particolare preparazione?

Se la radiografia ha l’obiettivo di individuare l’eventuale presenza di calcoli, sarà chiesto di tenere una dieta leggera e priva di fibre per qualche giorno, e di eseguire un clistere poco prima dell’esame.

Sono incinta. Posso sottopormi ad una radiografia dell’addome?

No. In caso di gravidanza sospetta o accertata, la radiografia è sconsigliata.

La radiografia dell’addome è un esame pericoloso per la salute?

No. Il dosaggio di radiazioni ionizzanti emesso dalla strumentazione diagnostica è molto basso e non rappresenta un pericolo per la salute umana.

Please follow and like us:
Back To Top