skip to Main Content
0921933040 radiologiacampofelice@gmail.com Via Umberto I 20, 90010, Campofelice di Roccella Orari Lun-Ven 8.30 -12.30 / 15.00 - 19.00
Le Patologie Del Tendine D’Achille: Cause E Diagnosi

Le patologie del tendine d’Achille: cause e diagnosi

Il tendine d’Achille è il tendine più lungo del nostro corpo ed è anche, forse, quello che lavora di più. Come tutti sanno, esso abbraccia e sostiene i muscoli che, dalla parte posteriore del polpaccio, arrivano fino al calcagno. Non è un tendine che riposa mai, dunque, e per questo è particolarmente soggetto ad infiammazioni, traumi e rotture. Cerchiamo dunque di comprendere in che modo il tendine d’Achille può metterci a dura prova, nonché come si possano risolvere eventuali patologie che lo vedono protagonista. 

Quali sono le più comuni patologie che coinvolgono il tendine d’Achille?

Come già accennato nel titolo stesso di questo breve articolo, le più comune patologie che coinvolgono il tendine d’Achille sono le infiammazioni (dette appunto tendiniti) e le rotture vere e proprie. Entrambi i fenomeni sono caratterizzati da dolore che, se nel caso di una tendinite o di un trauma di natura lieve si presenta come cronico e persistente, nel caso di un trauma acuto e improvviso si manifesta in modo forte e spesso difficile da sopportare. Addirittura, qualora il trauma sia improvviso e acuto e si sia verificata una vera e propria rottura del tendine d’Achille, il paziente riferisce di aver percepito una sorta di “schiocco” a livello del polpaccio. 

Cause della tendinite

Se, come detto, la rottura del tendine d’Achille può essere causata da un trauma forte ed improvviso oppure indiretto, la tendinite può invece essere riconducibile ad altri e diversi fattori, quali: 

  • un allenamento eseguito “a freddo”, senza previo riscaldamento;
  • un aumento improvviso delle sollecitazioni al tendine d’Achille (un aumento repentino della quantità di esercizio fisico eseguita);
  • la presenza di speroni ossei in corrispondenza del tendine;
  • la malattia di Haglund, una patologia tipica dell’età pediatrica, che porta alla formazione di una protuberanza ossea proprio in corrispondenza del tendine d’Achille, sul calcagno.

Quali sono i sintomi della tendinite?

I sintomi della tendinite sono:

  • dolore, che tende a peggiorare durante l’attività fisica;
  • difficoltà a camminare;
  • sensazione di rigidità, specie al mattino;
  • gonfiore.

Quali sono gli esami diagnostici per confermare una patologia del tendine d’Achille?

Tra gli esami diagnostici che il medico prescriverà per accertare la presenza di una patologia del tendine d’Achille troviamo sicuramente la radiografia. Grazie ad una radiografia, è possibile vedere chiaramente il tendine d’Achille, verificando se sia infiammato, ispessito, calcificato o indurito. Sarà dunque possibile, per il medico, stabilire l’entità del danno e la terapia da prescrivere, sia essa di natura farmacologica oppure chirurgica.

Una curiosità

Il tendine d’Achille è, per antonomasia, il punto debole di ognuno di noi. Il suo nome deriva dalla mitologia greca: si narra infatti che la madre d’Achille, Nereide, avendo ricevuto una triste profezia riguardo la morte precoce del figlio, decise di immergerlo nel fiume Stige, le cui acque rendevano immuni da qualunque tipo di trauma. Tuttavia, Nereide calò in figlio in acqua sostenendolo per il calcagno, che dunque non ricevette l’immunità. Non a caso, quando Paride uccise Achille, lo fece colpendolo a morte proprio sul tallone.

Vuoi saperne di più? 

Chiamaci. Siamo a tua disposizione dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 18.00 allo 0921 933040.

 

Photo credits Freepik.com

Please follow and like us:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back To Top